Informazioni

PREVENDITA E VENDITA:

> prevendita per gli abbonati, per i possessori della Metastasio Card e per chi acquista on-line a partire da 15 giorni prima rispetto alla data della prima rappresentazione dello spettacolo
> vendita per tutti a partire da 10 giorni prima


I biglietti possono essere prenotati telefonicamente (tel. 0574/608501) presso la biglietteria del Teatro. Tutti i biglietti prenotati devono però essere ritirati entro 48 ore dalla prenotazione effettuata, altrimenti la stessa decade.
Chi prenota il biglietto non più di 48 ore prima e acquista direttamente prima dello spettacolo, deve ritirare entro 15 minuti dall'inizio dello spettacolo; in caso contrario la prenotazione decade e i biglietti vengono rimessi in vendita per il last minute.


BIGLIETTERIA ON-LINE: http://ticka.metastasio.it
Acquistando on-line sconto del 10% su tutti i biglietti, per tutti gli ordini di posto

 

DURATA 60 minuti senza intervallo

 

Listino biglietti

Tipologia biglietto Costo in €
posto unico
INTERO
17,00
posto unico
RIDOTTO soci Coop
13,00
posto unico
RIDOTTO convenzioni / over 65
11,50
posto unico
RIDOTTO under 25
7,00

Spettacolo

12 dicembre 2013 | ore 21.00 | Fabbricone

L'ODISSEA DEI RAGAZZI

un progetto di Laura Sicignano
e Valentina Traverso
con Sara Cianfriglia, Emmanuel, Kara, Pashupatti, Rahamathollah, Waheedullah, Shahzeb
costumi Laura Benzi
luci e fonica Federico Canibus
musiche originali Enzo Monteverde
assistente alla regia
Marta Caldon
si ringraziano
Luca Mazzella, Aldo Ottobrino
regia
LAURA SICIGNANO
produzione
Teatro Cargo

in collaborazione con
Rotary Club Prato
e
Lions Club Prato

 

Sono arrivati in Italia da soli dopo viaggi indescrivibili. Sono ragazzi. Sono stranieri. Sono una forza della natura. Dopo un lungo percorso di lavoro va in scena la loro Odissea. Questi ragazzi, per lo più rifugiati politici, hanno tutti affrontato da soli viaggi difficilissimi da paesi lontani (Afghanistan, Pakistan, Nigeria e Senegal) per raggiungere l'Italia.
Abbiamo lavorato insieme per circa un anno. Ne è nato uno spettacolo di forte impatto emotivo. Il filo conduttore è l'Odissea, grande racconto archetipico della cultura Mediterranea e viaggio avventuroso in cui i ragazzi hanno potuto riconoscere e raccontare il proprio viaggio personale.
Lo spettacolo parla di amore e di guerra, di speranza e di nostalgia, di madri e di amanti: avventure e sentimenti che questi ragazzi hanno in comune con Ulisse.
Lo spettacolo è una scoperta e uno scambio culturale: in scena ragazzi africani, pakistani e afghani hanno lavorato con un'attrice e una regista, donne adulte ed europee. Con la coscienza di una forte diversità, ma con l'intenzione di dare vita a un dialogo umano e costruttivo, si sono sperimentati nuovi linguaggi e nuovi codici di comunicazione. Non si è voluto trattare delle storie personali di questi ragazzi, per altro troppo dolorose, ma esse trapelano con grande potenza dai corpi e dagli sguardi dei protagonisti, comunicando un'inspiegabile fiducia nel futuro.

Uno spettacolo pieno di errori, ibrido ed eccessivo, non finito e vivo, perché così siamo noi, un gruppo mal assortito, impossibile e sbagliato, caotico e umorale, esperto di troppe cose del mondo e sconsideratamente fiducioso in un futuro che non ispira alcuna speranza.

_____________________________________________

SPETTACOLO FUORI ABBONAMENTO

L'ODISSEA DEI RAGAZZI